Come insegnare l’inglese ai bambini: avvicinare i bambini alla lingua inglese attraverso il gioco

Non c’è niente di più serio del gioco, parafrasando pedagogisti, pediatri e filosofi dell’educazione.

Il gioco è parte essenziale nella vita di un bambino, ed è uno, ed il miglior mezzo, che accompagna i bambini alla scoperta di sé e del mondo. Detto questo, perché non farlo anche in lingua inglese?

Noi di Labsitters, abbiamo elaborato una serie di giochi che utilizziamo a seconda dei contesti e dell’età dei bambini, ma vediamone alcune categorie.

Giochi di movimento

Questi sono i classici giochi che accomunano tutti i bimbi del mondo: acchiappino, gioco della sedia, 1, 2, 3, stella. Con l’attività fisica accompagnata al gioco, i bambini sfogano le energie e imparano l’importanza di raggiungere un obiettivo.

Gioco da tavolo

Attraverso l’ausilio di un terzo oggetto, i bambini utilizzano l’attenzione e l’intelligenza per risolvere i problemi. Questi giochi includono memory game, i puzzle ed i comuni giochi da tavolo.  

Gioco simbolico

Questo tipo di giochi si applica ai bimbi in età prescolare. Include tutte le attività che prevedono il mimare o il fare finta di essere qualcosa o qualcuno: un animale, una persona, ripetere i versi degli animali… tutte modalità perfette per insegnare una nuova lingua a chi ancora non ha imparato a leggere e a scrivere.

Gioco creativo

Durante i nostri laboratori spesso i bambini creano giochi che possono utilizzare a casa: memory, bingo fatto con i pastelli, maschere, pupazzi e tanto altro. Giochi che migliorano la creatività, la coordinazione e la fantasia.
E queste attività, tutte svolte in inglese, sono utilissime per apprendere nuove parole.

Cosa aspettate?

Giocare in inglese non è mai stato così semplice con le nostre super fun Labsitters!

https://www.labsitters.com/chi-siamo
canzoni per bambini

Letture in inglese per bambini

In un mondo sempre più tecnologico, è importantissimo stimolare i bambini alla lettura fin da piccoli.

Come dimostrato da educatori, psicologi e insegnanti, leggere è fondamentale per lo sviluppo cognitivo dei bambini e fare apprendere loro i vocaboli con cui categorizzare le cose ed il mondo.

Ma quali sono i migliori libri per imparare l’inglese?

Tantissimi autori inglesi hanno pubblicato storie e avventure per l’infanzia che sono stati tradotti in molte lingue, ma vediamone alcuni esempi divisi per età.

Età prescolare (3-6 anni)

Perfetti per questa età sono i libri di Dr Seuss come Il Grinch o Away we go. Le magiche illustrazioni unite ad un linguaggio semplice sono la formula perfetta per i bimbi sotto i 6 anni.

Età scolare (6-12 anni)

A questa età e con il miglioramento dell’inglese è possibile leggere libri più complessi.

I libri che consigliamo sono i classici intramontabili: come scordare Roald Dahl, e la sua mitica Matilda o il “GGG”, Il grosso gigante gentile?

Poi, impressi nelle nostre menti e in quelle di generazioni di bimbi, ci sono i libri di Lewis Carroll, autore di “Alice nel paese delle meraviglie!” o R. L. Stevenson con “L’isola del tesoro” un classico intramontabile, dove i personaggi vanno alla scoperta del tesoro con pirati coraggiosi e cartine dei sette mari.

 

Età scolare (12-14 anni)

Libro perfetto per questa fascia di età è Harry Potter e le sue avventure per sconfiggere il malefico Voldemort. Con gli amici Ron ed Hermione, Harry dovrà combattere contro maghi oscuri in un mondo fantastico.

Perché non far scoprire ai nostri bambini la bellezza della lettura in lingua originale? È un ottimo esercizio sia per grandi che per piccini e in più permette di imparare nuove parole!